Le Linguee Europee E La Sua Nascita

Eurolingue Origini

Come abbiamo accennato all'inizio di questo percorso, sappiamo che le lingue Europee hanno origini molto antiche. Abbiamo inoltre detto che la maggior parte delle lingue che oggi parliamo, derivano dalla famiglia indoeuropea attraverso documentazioni storiche pervenute, per esempio si sa che l'etrusco non faceva parte delle lingue indoeuropee e che venne esclusa dall'espansione e sostituita dal latino.

Navigare Facile

Già nel XVI secolo, i viaggiatori europei, notarono alcune somiglianze tra le lingue parlate in Europa con quelle Indiane, da lì i primi storici iniziarono a studiare per comprendere le affinità tra le diverse lingue.

Alla fine del 1700 lo studioso Jones dedusse che le lingue europee e il sanscrito potessero avere delle somiglianze. Importanti furono i successivi studi effettuati nel corso degli anni, come quella dei tedeschi Bopp e Grimm che scoprirono l'importanza del cambiamento della fonetica (legge di rotazione consonantica), ad esempio le lingue inglese e tedesca essendo tutte e due di origine germanica, hanno una v e una f mentre gli altri gruppi linguistici una p.

Food

Successivamente  August Schleicher cercò di ricostruire il significato linguistico, traendone gli elementi e  ricomponendo le frasi usando  parole ricostruite.

Le lingue indioeuropee si sarebbero sviluppate nell'Asia sudoccidentale fino a raggiungere per effetto delle migrazioni della popolazione, l'India nordorientale.

Da questo punto di partenza, si ha così l'inizio di tutte le lingue presenti anche quelle che oramai appartengono solamente ai libri storici.

Questo è il lungo percorso, che le lingue hanno attraversato i diversi periodi storici e ancora oggi sono il principale strumento per conoscere e farsi conoscere al mondo.